Come vendere su internet?

 art_e-commerceCome vendere su internet? Questa è una domanda sempre più diffusa in rete. Le risposte potrebbero essere infinite, proviamo in questo primo post a dare alcune indicazioni e consigli ai nostri lettori. Nel corso di questi ultimi anni ho incontrato molti imprenditori, artigiani e piccoli commercianti che mi hanno posto questa domanda.

Questi i consigli che mi sono sentito in dovere di dare a tutti gli imprenditori che vogliono aprire nuovi canali di vendita su Internet o sono alla ricerca di nuovi clienti:

Scelta del fornitore

Se non si hanno le competenze interne per poterlo fare, occorre rivolgersi ad una azienda o ad un professionista. Tenetevi alla larga dall’amico di turno, dal cugino, dall’amico dell’amico , da chi vi propone un sito magico che una volta pubblicato vi porterà un sacco di clienti senza investirci più un euro. Lo so’…vi capisco…mancano i SOLDI e siete attratti da chi vi propone un sito GRATIS o quasi! Ma vi posso garantire che oggi più che mai la soglia di ingresso per realizzare un sito si è ridotta notevolmente ed è possibile avviare la propria attività su Internet con poche centinaia di euro anche rivolgendosi a specialisti del settore.

Realizzare il sito ..è solo il primo passo.

Wow, fantastico, avete realizzato il vostro sito e ne siete entusiasti; l’aspetto grafico vi soddisfa, i contenuti sono ben organizzati e raccontano della vostra attività, addirittura c’è anche un pulsante per acquistare i prodotti comodamente seduti sul divano, ma… nonostante questo nessuno vi contatta o peggio ancora, nessuno compra i vostri prodotti. Perché? Nel 2012 Google ha indicizzato circa 50 miliardi di pagine, pensate ancora di essere gli unici sulla piazza di Internet? Per poter essere indicizzati da Google, occorre realizzare il sito con una serie di prerequisiti fondamentali che ogni professionista dovrebbe conoscere e questo basta per avere qualche garanzia in più rispetto a quello fatto dall’amico dell’amico. Ma ancora non è sufficiente per avere nuovi clienti. Molti imprenditori si sentono soddisfatti quando digitando il nome della loro impresa su Google lo vedono in prima posizione!! Vi ricordo che l’obbiettivo è farsi conoscere o vendere prodotti a chi non è mai stato vostro cliente e quindi non conosce il nome della vostra attività. La prima cosa che il potenziale cliente cerca in Internet è il nome di un prodotto o di un servizio; esempio, se dovete fare un viaggio a Roma e non sapete dove dormire, cercherete su Google “Alberghi Roma” non cercherete mai ” Albergo Da Paolo”. Il vostro obbiettivo sarà quindi quello di posizionarvi davanti ai concorrenti nelle pagine di Google, quando i vostri potenziali clienti ricercano un prodotto/servizio come quello che volete vendere. Come si fa? ..basta metterci un po’ di impegno! se avete la possibilità di gestire il vostro sito in autonomia, potrete dedicare un po’ del vostro tempo a creare contenuti inerenti i vostri prodotti/servizi. Google oggi più che nel passato, premia la profondità di contenuti e la pertinenza degli stessi, quindi se il vostro sito sarà ricco di contenuti avrà più possibilità di posizionarsi davanti ai concorrenti. Ovviamente anche i concorrenti non staranno a guardare e qui si aprirà la vera sfida. Quanto più le parole chiave saranno “gettonate” (es. “Alberghi Roma”), tanto più sarà l’impegno che dovrete metterci per battere la concorrenza. Se la vostra attività riguarda un settore di nicchia, allora potrete cavarvela egregiamente anche da soli, diversamente l’intervento di un esperto SEO (Search Engine Optimization) sarà da prendere in considerazione.

Un negozio on-line è un punto vendita reale!

Molti pensano che avere un negozio on-line significhi vendere senza fare il benché minimo sforzo. Nulla di più sbagliato! Aprire un sito di commercio elettronico significa aprire un punto vendita, come quello che potreste aprire nel centro storico della vostra città. Certo, i costi di un negozio on-line sono enormemente più ridotti rispetto ad un negozio tradizionale, ma non c’è nessuna differenza sul piano dell’impegno, perché in entrambe i casi, dovrete spendere tutte le vostre energie e mostrare tutte le vostre abilità di commerciante affinché il vostro cliente si senta coinvolto e attratto dai vostri prodotti. Quale cliente comprerebbe volentieri in un negozio che per che mesi e mesi propone sempre gli stessi prodotti in vetrina, che quando vede il negozio da fuori lo trova obsoleto e poco accogliente, dove i commessi stanno solo dietro al balcone aspettando che qualcuno si avvicini alla cassa per pagare. Ricordatevi che il cliente che compra in internet è una persona in carne ed ossa, non è virtuale!! Il cliente acquista in base alle sue sensazioni, alla percezione che ha del sito quando si “affaccia” alla Home page, se è attratto dalle promozioni probabilmente entrerà anche nelle pagine interne e se l’ambiente che trova lo rassicura, probabilmente acquisterà. Non è vero che l’utente internet guarda solo il prezzo più basso, è senza dubbio più importante infondere fiducia al cliente curando nel minimo dettaglio tutti gli aspetti legati alla sicurezza dei pagamenti. Se invece vedete che le vendite non arrivano e non ci sono contatti le cose sono due: o avete sbagliato fornitore, o avete sbagliato le vostre strategie di posizionamento del prodotto.

Non ti fermare ai primi successi

Hey! cominciano ad arrivare i primi acquisti on-line!…i primi clienti. Che bello!! Sono momenti unici e indimenticabili. Grazie al lavoro che svolgo ho avuto la fortuna di assistere a dei veri e propri BOOM, persone comuni che animate dalla loro unica passione nel giro di pochi mesi sono diventati imprenditori di successo grazie alle vendite on-line; piccoli artigiani che, soffocati dalla congiuntura del mercato italiano, hanno aperto uno store multilingue e ora vendono con successo i loro prodotti in tutto il mondo. Tutto questo è dovuto principalmente alle loro capacità, e all’impegno che hanno profuso nell’affrontare questo nuovo canale di vendita, ma hanno anche capito che il sito DEVE mutare nel tempo in rapporto al numero di visitatori e di clienti. Quando si raggiungono migliaia di visitatori al giorno, anche il più piccolo malfunzionamento, può significare una grave perdita economica e soprattutto di credibilità. Alcuni negozianti web ritengono che l’investimento fatto inizialmente per partire, gli consenta di affrontare qualsiasi carico di utenti e che il sito rimanga sempre al passo con i tempi. Immaginate di fare il gondoliere a Venezia, se un bel giorno decidete di fare il giro del mondo e di portare a spasso migliaia di clienti, pensate di poterlo farlo con una gondola? Magari vi serve un transatlantico, e sicuramente anche un equipaggio pronto ad aiutarvi a risolvere ogni problema. Tornando al vostro sito, se avrete la gioia di vedere incrementare i vostri clienti e i vostri affari, comportatevi nelle stesso modo con cui affrontereste l’impresa nel mercato classico (assunzioni di personale, investimenti in infrastrutture, pubblicità su diversi canali, programmi di assistenza continuativa al sito). Non c’è nulla di più seccante che arrivare alla soglia di un grande successo e vederselo sfumare per aver creduto che il mercato on-line sia diverso dagli altri, dietro ai computer ci sono e ci saranno sempre degli uomini.

Post suggeriti
Contattaci adesso!

Scrivi il testo della domanda e ricordati di inviarci i tuoi recapiti per essere ricontattato.Grazie!